CAMPIONATO HOCKEY 2018/2019Con l’arrivo della neve ...
I GRIFONI VOLANO E GRAFFIANO!!

Finalmente è arrivata. Anzi, finalmente sono arrivate!
E’ arrivata la neve, tanto attesa quanto abbondante, in questo fine settimana. Ma sono arrivate anche tante soddisfazioni per il nostro hockey, in questi ultimi giorni che hanno visto vittoriose tutte le nostre rappresentative. Dai giovani dell’Under 13, all’Under 15, per finire in bellezza con la trasferta lombarda della squadra maggiore Under 17.
Un percorso netto, quest’ultimo, che testimonia i progressi raggiunti in questa stagione, senza rinnegare i tanti momenti difficili e senza nascondere le sconfitte. Dalle quali, è risaputo, si può imparare molto.
Nemmeno i più ottimisti, ad inizio campionato, avrebbero avuto il coraggio di illudersi che le prove in programma per questo inverno sarebbero state delle passeggiate in un prato fiorito. Questa era la vera sfida, tanto difficile quanto accattivante e motivante: riuscire ad amalgamare un gruppo, anzi tre (tanti quante sono le categorie) nuovi, giovani e pieni di entusiasmo.
Il tempo a disposizione dei nostri coach, Jaromir Korotvicka con le Under 13 e 15 e  Andrea Valcanover alla guida della Under 17, non era molto, anzi, a dire il vero era molto poco.
A loro, quindi, gran parte del merito della crescita di questo sodalizio dal punto di vista sportivo, mentre, dal punto di vista umano, dobbiamo riconoscere che è un gran bel vedere la facilità con cui i nostri giovani riescono a stringere amicizie in men che non si dica.
Provando a fare una sintesi dei risultati delle nostre formazioni, a partire dai più giovani dell’Under 13, è eloquente il percorso registrato a partire da questo inizio d’anno nel Campionato di categoria Alto Adige – Trentino - Veneto.
Il 2 di gennaio, contrapposti agli Aquilotti del Trento, la spuntavano di misura al Palasmeraldo per 5 a 4. Il 5 di gennaio, invece, sempre di misura (3 a 4) dovevano arrendersi agli avversari di Merano sul ghiaccio del Meranarena. Il 12 gennaio, ad Appiano contro la forte squadra allenata da Giovanni Marchetti, vecchia conoscenza degli atleti di Fondo che sono stati da lui allenati in passato, venivano sconfitti per 5 a 0. Un risultato, tuttavia, che non riesce a raccontare la tenacia profusa dai nostri in quell’occasione, che riuscivano a giocarsi alla pari almeno il primo periodo. E veniamo alle più recenti soddisfazioni. Sabato 26 gennaio al Palasmeraldo i Grifoni sovrastavano per 5  a 1 la “gloriosa” formazione di Asiago, che nella partita di andata sull’Altopiano tanto ci aveva umiliato. E che dire dell’ultima prestazione in Valsugana, dove sabato 2 febbraio hanno battuto i pari età del Pergine per 8 a 4. Naturalmente queste belle soddisfazioni non devono dare il pretesto per montarsi la testa, anzi. A scanso di equivoci ci pensa sempre coach Jaro, nello spogliatoio, a ricordare che non si è mai fatto abbastanza, che si deve sempre migliorare, pensando che le sfide sono sempre più difficili, già a partire dalla prossima a Egna.
E’ un concetto che il coach ricorda sempre anche alla sua squadra più grande, la Under 15, che quest’anno è impegnata nel Campionato di categoria “Dolomiti Cup”. Dopo la prima fase affrontata nella parte iniziale della stagione, dai primi giorni del 2019 la nostra squadra sta affrontando le avversarie della seconda fase nel girone A. Al debutto, nel giorno dell’Epifania, i giovani delle Valli del Noce superavano l’H.C. Pergine per 12 a 1. Una settimana dopo, a Merano, una falsa partenza nei primi minuti dell’incontro ne comprometteva l’esito, costringendo i nostri a capitolare per 4 a 3 nonostante un evidente predominio nel secondo e terzo drittel.
Il 20 gennaio arrivava la pronta riscossa, nella sfida che li vedeva opposti ai Wipptal Broncos di Vipiteno: 5 a 2 il risultato finale a favore dei nostri. La partita del 27 gennaio a Bressanone metteva a dura prova le coronarie del discreto numero di sostenitori accorsi, ma soprattutto quelle di coach Jaro che dalla panchina era un vero e proprio regista di quella vittoria conquistata e difesa con i denti fino all’ultimo secondo contro un Brixen Falcons, per niente disposto a deporre le armi sul ghiaccio amico. Ma il suono della sirena arrivava, liberatore, con i nostri vittoriosi per 2 a 1.
Ed eccoci alla squadra maggiore, quella dei giovani dell’Under 17. La squadra che, forse, ha dovuto affrontare le maggiori difficoltà in un Campionato particolarmente impegnativo. Una squadra nuova, ma proprio nuova nuova, in tutti i sensi, contro formazioni che nella maggior parte dei casi sono piuttosto rifornite di gente esperta, già pratica di un gioco che a quei livelli comincia a diventare “fisico” e, per certi versi, “smaliziato”. Nuova non solo perché ha dovuto trovare, innanzi tutto, l’amalgama tra hockeysti che per la prima volta militavano nella stessa squadra, ma anche perché la categoria stessa era una novità assoluta per quasi tutti. Inutile, quindi, meravigliarsi per le tante difficoltà incontrate. La tenacia di  coach Valcanover ha dato a questo gruppo la motivazione necessaria per affrontare con impegno anche gli incontri proibitivi, sapendo che i risultati vengono “alla distanza”. Al termine della prima fase della Regular Season la nostra squadra veniva inserita nel girone C – seconda fase, in un gruppo del quale fanno parte Pieve/Cortina, Merano, Gherdeina e Milano Rossoblu. Il nuovo anno iniziava sotto una buona stella, con una vittoria in casa contro il Milano Rossoblu per 5 a 4 al termine di una partita non proprio esaltante. In altre occasioni, pur dovendo accettare delle sconfitte contro squadre forti come il Pieve/Cortina (1 a 4) o il Gherdeina (1 a 8), nulla si poteva rimproverare ai nostri in termini di impegno e gioco. Ma, quasi a coronamento di questo impegno e come una ventata di ottimismo per il proseguo degli impegni, è arrivata la vittoria in quel di Milano di sabato scorso: tanti gol, tanto gioco e tanto ritrovato entusiasmo al termine di questa sfida terminata col risultato di 12 a 2. Il miglior viatico per affrontare al meglio la fase finale di questa avvincente stagione e i prossimi, ambiziosi impegni che il giovane sodalizio dei “Grifoni”, l’H.C. Valli del Noce, si è prefisso con tanto coraggio.Alla prossima.
O.T.

CAMPIONATO HOCKEY 2018/2019

Sabato 6 e Domenica 7 ottobre 2018

SQUADRA NUOVA … MAGLIA NUOVA

Qualche volta capita di trovarsi a commentare più partite, tutte in un sol momento. Il fatto di farlo proprio all’indomani di una vittoria non deve trarre in inganno: non è assolutamente la voglia di parlarne quando va bene per poi far passare nel dimenticatoio le sfide apparentemente meno positive, quelle che, a prima vista, lasciano solo amaro in bocca. Al contrario.

Queste ultime settimane sono state per le nostre squadre un periodo di grande crescita, in occasione di ogni sfida, che ha costituito un impegnativo banco di prova per tutti gli atleti.

Aver potuto sfoggiare nelle partite del week end appena trascorso le nuove, splendide, divise del “Grifone” ha assunto un significato simbolico che va oltre l’ambizione di vestire qualcosa di bello: è stato il suggello di un neo costituito gruppo che ha trovato subito grande affiatamento e, al di là dei risultati sul ghiaccio, giocando con grinta e divertendosi, ha gettato le basi fondamentali per programmare una crescita in cui tutti noi crediamo.

Guardando ai risultati di queste prime giornate di campionato, non possiamo commentare la partita con l’H.C. Gherdeina, annullata per una irregolarità nella struttura delle porte della piastra del Palasmeraldo riscontrata da parte di uno degli arbitri designati. Per gli altri impegni non possiamo non sottolineare che per la nostra squadra maggiore, l’Under 17, l’esito è stato pesantemente condizionato dal proibitivo calendario, che già dai primi incontri ha sorteggiato come avversarie della nostra rappresentativa alcune tra le più forti compagini del girone. Era quindi prevedibile un inizio di stagione fortemente in salita. Le sconfitte per 11 a 4 contro l’Appiano e per 13 a 1 contro l’Ora – Egna possono suonare come delle nuove “Caporetto”, ma che tali non sono. Risulta, infatti, fondamentale saper leggere con spirito costruttivo le prestazioni di questo inizio di stagione che hanno messo in risalto soprattutto il grande impegno profuso dagli atleti in ogni occasione, pur consci della grandezza dell’ostacolo da affrontare. E’ innegabile, infine, che la squadra può crescere molto più in fretta affrontando avversari di valore, sapendo “rubare” tecniche, malizie e movenze sul ghiaccio.

La motivazione del singolo, ma anche la creazione di un grande spirito di gruppo: questi sono i primi risultati positivi che coach Andrea Valcanover è riuscito a conquistare alla guida della rappresentativa dell’H.C. Valli del Noce. Ricordiamo i nomi dei giovanotti che quest’anno affrontano per la prima volta il campionato Under 17:

20 Samuel Beber (P), 21 Daniele Lino Zanella (P), 87 Antonio Ceschi (A), 6 Matti Boneccher (A), 13 Nicola Torresani (A), 26 Mattia Stablum (D), 27 John Nadir Verber (A), 22 Leonardo Pizzolli (A), 4 Daniele Paterno (D), 9 Gabriele Piechenstein (A), 11 Francesco Bruno Anselmi (D), 69 Nicolò Bott (D), 10 Emiliano Valentini (D), 7 Thomas Pancheri (A), 99 Alessandro Zanoni (A), 18 Luca Mattevi (D), 12 Francesco Zucol (A), 23 Kevin Penasa (A).

Passando alla categoria Under 15, invece, impegnata quest’anno nella “Dolomiti Cup”, domenica scorsa, abbiamo potuto esultare per un bellissimo risultato pieno, conquistato in casa contro i pari età dell’H.C. Fassa: un convincente 8 a 5 portato a termine dopo una partita tenuta sempre sotto controllo, fatta eccezione per un paio di minuti di “black out” in cui i nostri Grifoni hanno subìto due reti in superiorità numerica.

Anch’essi, fieri di poter sfoggiare per la prima volta le nuove maglie, riscattavano così la sconfitta rimediata il 30 settembre a Dobbiaco contro l’H.C. Toblach (8 a 2). Coach Jaromir Korotvicka, dall’alto della sua esperienza, ha sicuramente potuto individuare i punti di forza e le “pecche” su cui lavorare per riuscire a far crescere anche questo gruppo.

Questi gli atleti: 41 Mario Mattevi (P), 42 Ladislav Dobrovic (P), 23 Kevin Penasa (A), 24 Lorenzo Nicoara’ Timis (D), 32 Francesco Giro (D), 22 Simone Angeli (D), 27 Stefano Piechenstein (A), 30 Riccardo Santopietro (A), 39 Marco Foccoli (A), 37 Ursula Deromedis (D), 20 Gabriele Calzoni (A), 35 Lorenzo Serena (A), 25 Claudio Scanzoni (A), 34 Luca Covi (D), 29 Alessio Gentilini (A), 33 Paolo Torresani e Sebastiano Covi (A).

Un’occhiata, infine, è doveroso dedicarla anche all’Under 13: se, da un lato, non è opportuno alimentare facili entusiasmi per la vistosa vittoria spuntata contro l’H.C. Foxes Academy Red di Bolzano (12 a 1) al Palasmeraldo di Fondo, non conoscendo il reale potenziale dell’avversario e delle altre squadre del girone, dall’altro si può ben sperare per il proseguo di campionato di questa compagine, anch’essa guidata da coach Jaromir Korotvicka. Ecco gli atleti di questa formazione:

25 Michele Polli (P), 29 Dino Marinelli (P), 17 Stefano Piechenstein (A), 9 Alessio Gentilini (A), 8 Nicola Ghirardini (A), 12 Marco Foccoli (A), 5 Samuele Endrizzi (A), 23 Paolo Torresani (D), 4 Daniele Mariotti (D), 28 Davide Donati (A), 7 Mattia Mascotti (A), 2 Leonardo Angeli (D), 21 Daniel Corrà (D), 3 Mattia Leuzzi (D), 24 Claudio Scanzoni (A), 22 David Nascimbeni (A) e Valerio Scanzoni (D).

Permettetemi, in conclusione, di condividere un mal celato orgoglio per la nostra Società che è riuscita a schierare nella Rappresentativa Provinciale Trentino Hockey ben cinque dei propri atleti Under 13: Polli Michele (portiere), Foccoli Marco, Gentilini Alessio, Piechenstein Stefano e Torresani Paolo. La Rappresentativa Trentino a fine settembre ha partecipato al Torneo Giancarlo Termanini ad Alleghe, vincendolo per la prima volta, alla 25^ edizione, affrontando le formazioni dell’H.C. Alto Adige (battuta nella finale), H.C. Veneto, H.C. Lombardia e H.C. Piemonte.

Un bravo ai ragazzi della Rappresentativa Trentino e un in bocca al lupo per i prossimi, imminenti impegni delle nostre formazioni contro l’H.C. Asiago (Under 17), H.C. Pergine (Under 15) e H.C. Trento (Under 13).

Alla prossima.

O.T.

CAMPIONATO HOCKEY 2018/2019

Domenica 9 settembre 2018

GRIFONI: INIZIA L’AVVENTURA

Il 2018 potrebbe essere ricordato negli annali sportivi della nostra Regione per un accordo storico: è nato l’”Hockey Club Valli del Noce”, frutto dell’intesa raggiunta fra le Società dell’H.C. Val di Sole e dell’H.C.F. Val di Non. Simbolo ufficiale è un bellissimo e fiero “Grifone”.

Il “Grifone” è una creatura leggendaria che affonda le proprie origini nei meandri della storia ed è tuttora molto conosciuta anche fra i giovani, specialmente gli estimatori di Harry Potter, in quanto fatta rivivere in numerosi episodi della saga. Testa d’aquila e corpo di leone, racchiude in sé un concentrato di forza, vista acuta, velocità, precisione, astuzia e determinazione. Se i nostri atleti riusciranno ad esprimere sul ghiaccio tutte queste qualità, (e scusate se è poco), allora il nuovo stemma, che farà bella mostra sulle maglie della squadra appena formata, avrà un significato che va oltre la sintesi dei due simboli che, per più di un trentennio, hanno contraddistinto le casacche delle Società di hockey vanto delle nostre due bellissime Valli: la Val di Sole, rappresentata dall’aquila, e la Val di Non, che da sempre ha eletto il leone hockeysta a proprio portacolori.

Certo, i tanti bei ricordi che impregnano la storia di entrambe le Società, nate con storie similari agli inizi degli anni ottanta, possono lasciare uno strascico di nostalgia ripensando ai tempi dei “padri fondatori”. Brillano gli occhi riguardando quei poster / cartolina in bianco e nero, dove il protagonista era il ghiaccio di un lago liberato dalla neve e tirato con una “rolba” artigianale (a Fondo) piuttosto che un campetto da calcio riadattato, nel periodo invernale, a piastra per il pattinaggio, trasformando vecchio materiale di recupero in balaustre e perdendo notti su notti a lottare contro neve, sole e bonaccia per provare a ghiacciare dei sottili strati d’acqua (a Malè). Tanto tempo è passato da allora e tanta strada è stata percorsa con molte difficoltà, tra alti e bassi, ma soprattutto con un sacco di soddisfazioni che non potranno mai essere dimenticate. Ma è arrivato il tempo di scrivere un nuovo capitolo di questa bellissima storia.

Molti sono i fattori che rendono simili i percorsi delle due compagini: se tralasciamo quello più scontato di avere la loro sede in Valli confinanti ed essere solcate dalle stesse acque del Noce, la caratteristica che più le accomuna, dal punto di vista sportivo, è senz’altro l’immenso sforzo profuso sin dall’inizio per affiancare le nuove leve alla prima squadra, quella dei “grandi”. Nuove leve suddivise, man mano che aumentavano le adesioni dei giovanissimi, nelle varie “Under”.

Se le squadre maggiori riuscivano a togliersi delle belle soddisfazioni (l’H.C. Val di Sole arrivava addirittura a schierare le proprie formazioni in serie C e serie B) un grande vanto per entrambe è stato senz’altro quello di riuscire a far partecipare numerosi propri giovani nelle selezioni Rappresentative dell’Hockey Provinciale Trentino e addirittura qualcuno in Rappresentativa Nazionale.

Oggi, dopo oltre trentacinque anni di storia, le due Società hanno preso la coraggiosa decisione di fare un ulteriore, importantissimo passo nell’intento di riorganizzare e rafforzare questo bellissimo sport nelle nostre Valli. Da Società cugine, protagoniste di entusiasmanti “derby” che hanno sempre scatenato un tifo da stadio, a Società alleate per riuscire a schierare anche una formazione (quella dell’Under 17) impegnata a livello nazionale.

Gli atleti più piccoli delle Under 7, 9 e 11 saranno seguiti da Marco Calovini, che da anni svolge un prezioso lavoro per fargli prendere confidenza con il ghiaccio e farli appassionare a casco e stecca. L’ambiziosa collaborazione prevede poi lo schieramento delle Under 13 e 15, affidate alla esperta guida di coach Jaromir Korotvicka, che disputeranno il Campionato Triveneto. La già citata Under 17, infine, allenata da coach Andrea Valcanover, che è stato riconfermato dopo la positiva esperienza in Val di Non nella stagione 2017/2018, sarà chiamata ad affrontare, per la prima volta nella propria storia, un campionato nazionale in questa categoria.

Esperienza da pelle d’oca per i nostri beniamini, ma siamo sicuri che il carisma del “Valca” saprà dare sicurezza e compattezza a questo gruppo composto in massima parte da giovanissimi.

Per la cronaca, la prima giornata di questo lungo campionato Under 17 si è giocata sabato scorso (9 settembre) al Palasmeraldo di Fondo contro i pari età del Valpellice. La sconfitta subìta (1 a 7) non deve scoraggiare più di tanto: le difficoltà riscontrate erano facilmente prevedibili considerando il poco tempo finora avuto per affinare l’intesa fra gli atleti e per migliorare la condizione fisica. Siamo pienamente fiduciosi nelle doti di tutti i nostri hockeysti, che l’esperienza di coach Valcanover farà progressivamente emergere.

A tutti i giovani “Grifoni” dell’H.C. Valli del Noce, nonché ai loro coach Calovini, Jaromir e Valcanover, va il nostro grido di sostegno e il nostro in bocca al lupo.

Alla prossima.

O.T.