U 12 HCF ASIAGO TRENTO

CAMPIONATO HOCKEY 2016/2017

Under 12Inizia la seconda fase e

l’H.C.F. Val di Non C’É

FONDO, 3 DICEMBRE 2016

TRIANGOLARE H.C.F. VAL DI NON – H.C. ASIAGO – H.C. TRENTO

Si è disputato in casa, al Palasmeraldo di Fondo, il triangolare che inaugurava la seconda fase del campionato 2016/2017 Trentino/Veneto della categoria Under 12. Una bella serata di sport, con i simpatici sostenitori di Asiago ad esibire striscioni inneggianti alla squadra dell’Altopiano veneto ed i giallo/blu di Trento fieri di iniziare questo nuovo girone da capolista. Un mix di fattori che non hanno messo alcuna soggezione ai nostri leoncini, consapevoli dell’ardua prova cui erano chiamati ma determinati come non mai a “vendere cara la pelle”.

Dopo i consueti minuti di riscaldamento e l’ormai consolidato motto iniziale (“Fondo, Fondo, campioni del mondo”) iniziava la prima sfida contro i giovani di Asiago. L’avversario sfoggiava un’ottima organizzazione di gioco, ma i nostri riuscivano a metterlo in seria difficoltà e si dimostravano all’altezza dell’impegno. Era necessario uno svarione dei padroni di casa, che effettuavano malamente un cambio di linea, lasciando completamente sguarnita la difesa, per consentire agli attaccanti veneti di segnare l’unica rete che determinava le sorti del primo periodo, terminato, appunto, col risultato di 1 a 0 per gli ospiti. Secondo tempo sulla falsa riga dei primi minuti: alle due reti messe a segno dall’Asiago replicava negli ultimi cinque minuti la squadra locale, che dimezzava lo svantaggio grazie ad un affondo di Stefano. 2 a 1 quindi il risultato finale. Dopo la sfida fra Asiago e Trento (2 a 1 il primo incontro per l’Asiago e pareggio per 2 a 2 il secondo) i leoni tornavano sul ghiaccio per i due tempi contro gli “Aquilotti”. Anche in questa occasione la squadra nero/arancio lottava su ogni disco senza alcun timore reverenziale nei confronti della capolista della prima fase. Il primo drittel si concludeva addirittura con un pareggio, insperato alla vigilia, con una rete per parte: per noi era ancora Stefano ad infilare la porta avversaria allo scadere del tempo. L’ultimo periodo vedeva le squadre molto stanche, ma vogliose entrambe di aggiudicarsi il risultato. Dopo un andamento alterno, con l’ago della bilancia che pendeva a momenti a favore dell’una e a momenti dell’altra parte, i trentini ipotecavano il risultato insaccando il disco al 7° minuto. Un risultato meritato per le numerose occasioni create, anche se la squadra di Fondo può recriminare per una traversa colpita quando le sorti erano ancora in parità. Tutto sommato, nulla da eccepire sui risultati dei quattro tempi, ma tre sconfitte di misura ed un pareggio ottenuti con questo gioco e questa grinta lasciano una buonissima impressione sulle capacità della giovane formazione nonesa che è riuscita a tener testa, oltre le più rosee aspettativa, alle due forti compagini sfidate in questo triangolare. Aspettiamo, quindi, di rivedere i leoncini in azione nelle due giornate di Trento e di Asiago, possibilmente con la stessa determinazione.

Alla prossima.

O.T.